La nostra storia

Abbiamo iniziato ad operare con la costruzione di impianti di lavaggio per iniettori. Le specifiche di pulizia richieste, molto alte, richiedevano l’implementazione e la sperimentazione di cicli di trattamento raffinati e la realizzazione d macchine sperimentali, ad alto rischio.
Raccogliendo e vincendo la sfida, abbiamo prodotto molti impianti di lavaggio con garanzia di residuo, secondo le norme NAS 1638. Le esperienze in quel settore ci hanno permesso successivamente di affrontare con successo molti casi di lavaggi certificati, su altri manufatti anche nel settore non automotive.  L’allargamento del nostro core business, e la diffusione presso gli utilizzatori della nostra propensione alla sperimentazione di nuove tecnologie, ci ha consentito di trovare clienti con i quali collaborare per la risoluzione di svariate problematiche, per le quali le soluzioni tecnologiche disponibili non avevano dato risultati. Ad esempio ci riferiamo al lavaggio di maniglie e guarnizioni in ottone lucido, con acqua e detergente, oppure agli impianti di verniciatura in cataforesi trasparente.
Attingendo quindi al bagaglio culturale acquisito, e alle fondamenta del nostro titolare, ora produciamo anche raddrizzatori per galvanica, impianti demineralizzatori a osmosi inversa, a corredo dei nostri impianti e con forniture singole e impianti di anodizzazione e galvanica.
Una particolare menzione va poi fatta alla nostra produzione di ultrasuoni, e quindi lavatrici a ultrasuoni, trasduttori e vasche a ultrasuoni. Non ritenendoci soddisfatti dei prodotti in commercio abbiamo iniziato una approfondita ricerca.
Progettato, costruito e prodotto il Cavitometro per la misura della cavitazione abbiamo iniziato a studiare anche trasduttori e generatori. Con potenze decisamente basse, espresse in watt per litro di bagno , otteniamo risultati di pulizia ottimi, riuscendo poi a misurare il livello di cavitazione e gestirlo in retroazione.